Fulda, antica città monastica in Germania/Fulda, an ancient monastic town in Germany

Lo confesso: ho una vera passione per le piccole città tedesche, specialmente per quelle che un tempo furono delle vere e proprie “capitali di se stesse” e si dotarono di regge e cattedrali degne di una metropoli. Ce ne sono molte, imperiali, borghesi, vescovili, rette da conti, duchi o margravi ognuna con una storia diversa da raccontare, ma soprattutto pressoché dimenticate dal turismo di massa! Vi avevo già accompagnato a visitarne una, la bavarese Bamberg. Adesso spostiamoci nel vero cuore della Germania, ovvero nel Land dell’Assia, dove a 100 chilometri circa a est di Francoforte, c’è una città poco conosciuta ma di fondazione antichissima, la cui storia è strettamente legata a quella dell’abbazia dove si conserva il corpo di san Bonifacio, l’evangelizzatore della Germania. Si chiama Fulda e durante la guerra fredda, trovandosi praticamente al confine con l’allora DDR divenne sinistramente famosa perché si pensava che un eventuale attacco atomico da parte di Mosca verso l’Occidente dovesse partire proprio da Fulda! Per fortuna siamo ancora qui a raccontarvi di una città che ha del fascino, grazie all’aspetto elegantemente barocco frutto della sua ricostruzione all’epoca della Controriforma, quando divenne un baluardo cattolico circondato da territori riformati. Scopriamola quindi, la bella Fulda, esplorando insieme i suoi principali luoghi dello spirito!

I have to admit it: I have a genuine fascination for the small German cities, especially the ones that once were ” capitals of themselves” but endowed with palaces and cathedrals that deserve the status of a metropolis. There are many of them, imperial, bourgeois, ruled by counts, dukes or margraves, each of them with a different story to tell, but above all practically forgotten by mass tourism! I have already guided you to visit one of them, the Bavarian Bamberg. Now let’s go to the very heart of Germany, to the Land of Hesse, where, about 100 kilometers east of Frankfurt, stands a little-known but ancient city whose history is closely linked to that of the abbey where the body of St. Boniface, the evangelizer of Germany, is enshrined. Its name is Fulda and during the Cold War, being practically on the border with the former DDR, it became quite sinisterly famous because it was thought that an eventual atomic attack by Moscow on the West would start right here! Fortunately we are still here to talk about a city that has charm, with its elegant baroque appearance, the result of its reconstruction at the time of the Counter-Reformation when it became a Catholic bastion surrounded by Reformed territories. So let’s discover it, the lovely Fulda, exploring together its key spiritual sites!

DUOMO (DOM) – CATHEDRAL

La facciata del Duomo che si apre su una vasta piazza – The Cathedral overlooks a huge square (ph. citypilgrimblog.com).

È difficile credere che qui, un tempo, sorgesse la più grande e potente abbazia tedesca, una dei centri principali della cristianità europea, la cui chiesa aveva dimensioni incredibili. Il progetto attuale, anche se firmato da uno dei principali architetti del barocco tedesco, Johann Dientzenhofer, ha perso gran parte del suo fascino, specialmente nel bianco interno che, sebbene nelle intenzioni dovesse richiamare san Pierto di Roma, appare piuttosto convenzionale e totalmente privo di atmosfera!

It is hard to believe that this was once the site of Germany’s largest and most powerful abbey, one of the main centers of European Christianity, whose church had impressive dimensions. The existing plan, although signed by one of the leading architects of the German Baroque, Johann Dientzenhofer, has lost much of its fascination, especially in the white interior which, although in the intentions it should recall St. Peter’s in Rome, appears rather ordinary and totally lacking in atmosphere!

Il bianco e formale interno del Duomo di Fulda Fulda Cathedral’s white, formal interior. (Ph. Citypilgri.com)
L’ingresso dell’antica abbazia, poi trasformata in seminario e facoltà di teologia. The entrance to the ancient abbey, later converted into a Seminary and Theology Faculty. Ph. citypilgrimblog.com

ABBAZIA DI SANTA MARIA (BENEDEKTINNERIN ABTEI ZUR HL MARIA) – ST MARY’ BENEDICTINE ABBEY

Proprio nel cuore della città sorge questa abbazia benedettina, ancora attiva, conosciuta, più che per i suoi pregi artistici, per il suo negozio e per il suo orto botanico. Le monache che vi risiedono gestiscono anche una guesthouse e una casa di riposo per monache anziane. Curiosa la chiesa, gotica nello stile ma realizzata nel XVII secolo, con altare soprelevato raggiungibile attraverso una ripida scalinata. Il motivo? renderlo visibile al coro delle monache che si trova, perfettamente allineato in altezza, sopra l’ingresso della chiesa!

Right in the heart of the city rises this Benedictine abbey, still working, known, more than for its artistic values, for its shop and its botanical garden. The nuns who live here also run a guesthouse and a rest home for elderly nuns. The church is curious, Gothic in style but built in the 17th century, with a raised altar that can be reached via a steep staircase. The reason? To make it visible to the nuns’ choir, which is perfectly aligned in height, above the church entrance!

L’altare della chiesa è soprelevato per essere visibile dal coro delle monache che si trova su una balconata sul lato opposto della chiesa. – The altar of the church is elevated to be seen from the nuns’ choir, which is located on a balcony on the opposite side of the church.(ph. citypilgrimblog.com)

CHIESA DI SAN MICHELE (MICHAELS KIRCHE) – ST. MICHAEL’S CHURCH

La suggestiva chiesa di san Michele, che sorge in posizione rialzata a poca distanza dal Duomo, era un tempo la cappella del cimitero dei monaci. La particolare pianta circolare risale alla fondazione originaria del IX secolo, riportata alle forme originali solo nel XX secolo dopo essere stata modificata in epoca barocca. Oggi chiesa evangelica, conserva un notevole fascino ed è uno dei luoghi più raccolti di Fulda.

The striking St. Michael’s church, rising in an upward position not far from the cathedral, was formerly the chapel of the monks’ cemetery. The distinctive round plan dates back to the original foundation of the ninth century, restored to its original shape in the twentieth century after being altered in the Baroque era. Today an evangelical church, it retains a remarkable charm and is one of Fulda’s most intimate places.

FRAUENBERG

Raggiungibile dalla piazza del Duomo anche con una bella passeggiata di 40 minuti circa che nel tratto finale coincide con un percorso devozionale segnato da piccole cappelle, il convento francescano di Marienberg è uno dei luoghi più belli da visitare a Fulda. Di origine antichissima, secondo la tradizione fu luogo di ritiro dello stesso san Bonifacio, venne affidato nel XVII secolo ai frati francescani che ancora lo reggono. Il complesso è oggi in parte occupato da un affascinante e funzionale albergo, gestito dalla stessa comunità religiosa, e da un caffè panoramico dove gli abitanti di Fulda vanno volentieri per consumare una ricchissima prima colazione! Nel convento viene prodotta anche una particolare birra artigianale in vendita alla reception unitamente al miele. La chiesa è barocca ma con interessanti interventi decorativi.

The Franciscan monastery of Marienberg is one of the most fascinating spots to be seen in Fulda and can be reached from the cathedral square by a 40-minute walk, whose final section is a devotional path flanked by small chapels. Of ancient origin, according to tradition a place of retreat for St. Boniface himself, it was entrusted in the 17th century to the Franciscan friars who still manage it. Today the complex is partly used as a charming and functional hotel, run by the community, which also has a panoramic café where the residents of Fulda love to go to enjoy a sumptuous breakfast! The convent also produces a special craft beer which is available for sale at the reception together with honey. The church is baroque but with interesting decorative features.

La facciata della chiesa di Frauenberg – Frauenberg church facade (ph.citypilgrimblog.com)
L’interno della chiesa francescana del Frauenberg. The interior of tha Franciscan church of Frauenberg (ph. citypilgrimblog.com)

PETERSBERG

Anche se non si trova nel territorio cittadino di Fulda, la chiesa di santa Lioba è uno dei monasteri più importanti e antichi della città tedesca e si raggiunge in auto o con i mezzi in pochi minuti. La memoria del luogo è legata a due importanti personaggi della vita medievale tedesca: il monaco, erudito, storico Rabano Mauro, abate di Fulda nel IX secolo, autore di commentari, opere didattiche, opere scientifiche che qui si ritirò abbandonando la carica di abate, e la santa benedettina Lioba, che svolse il ruolo di evangelizzatrice parallelamente a san Bonifacio, di cui si dice fosse anche parente, e di cui si conservano le reliquie. La piccola e raccolta chiesa di origine carolingia, mostra nella diversità degli stili le diverse trasformazioni a cui è stata sottoposta nei secoli. Di originale è rimasta solo la cripta. Il moderno edificio che sorge poco a valle ospita ancora oggi una piccola comunità di monache.

Even if not located in the city territory of Fulda, the church of St. Lioba is one of the most important and oldest monasteries of the German town and is reachable by car or by transport in a few minutes. The place is linked to two important characters of the German medieval life: the monk, scholar, historian Raban Maurus, abbot of Fulda in the ninth century, writer of commentaries, didactic and scientific works, who retired here leaving his office of abbot, and the Benedictine nun saint Lioba, who played the role of evangelizer in conjunction with St. Boniface, who is said to have been a relative. Her relics are preserved in the church. The small and cosy carolingian church displays in the variety of styles the several transformations to which it was submitted through the centuries. The crypt is original. The modern building just down the street houses a community of nuns.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...