Roma: le chiese di “Santa Maria”/Rome: “Santa Maria” churches.

Nel mese di maggio, dedicato tradizionalmente al culto di Maria, perché non provare a scoprire Roma seguendo un itinerario cittadino che tocca dieci chiese tutte dedicate a Santa Maria che uniscono agli aspetti religiosi notevoli spunti artistici? Ho scelto un itinerario circolare, che permette di partire e arrivare nello stesso luogo, escludendo a malincuore altre importanti chiese mariane di Roma, tra cui Santa Maria in Trastevere. Per chi invece volesse optare per una scelta più religiosa e spirituale segnalo il link a un’interessante iniziativa che si tiene nella Capitale ogni primo sabato del mese e che unisce alla scoperta di luoghi di arte e fede la recitazione del Rosario.

Schermata 2018-05-08 alle 16.56.56

1. Santa Maria Maggiore: il punto di partenza del nostro itinerario non può essere che la principale chiesa mariana di Roma, la più antica al mondo dedicata al culto della Vergine Maria, ricca di opere d’arte e di memorie religiose. Edificata nel V secolo per celebrare il culto di Maria, appena sancito dal Concilio di Efeso del 451 (anche se una famosa leggenda la vuole edificata un secolo prima per ricordare una nevicata avvenuta il 3 di agosto), è una Basilica inserita nel pellegrinaggio delle Sette Chiese principali della città, di grandi dimensioni e che risente moltissimo dei numerosi interventi di restauro susseguitisi nel corso dei secoli. Fortunatamente conserva ancora importanti mosaici tardo romani lungo le navate e nell’abside (L’Incoronazione di Maria, del XIII secolo, opera di Jacopo Torriti).

800px-Santa_Maria_Maggiore_Roma
Santa Maria Maggiore, Rome. ph. Jensens.

2. Santa Maria Aracoeli: spettacolare chiesa francescana di antichissima origine alta su una scalinata che domina piazza Venezia. Vi viene venerata una Madonna del Rifugio, dipinta su una colonna della navata. Tra le molte opere d’arte che vi si trovano, segnalo la Cappella di san Bernardino, con il ciclo di affreschi del Pinturicchio dedicato alla vita del santo francescano. Bellissimo il pavimento.

Santa_Maria_in_Aracoeli;_Cappella_Bufalini;_Pinturicchio_2
Santa Maria in Aracoeli; Cappella Bufalini; Pinturicchio, paintings. ph. Peter1936F

3. Santa Maria Sopra Minerva. Appartiene invece alla tradizione domenicana questa chiesa, l’unica a Roma in stile gotico, legata soprattuto ai ricordi di Santa Caterina da Siena che vi è sepolta. Qui si trova anche la tomba di un altro grande domenicano: il pittore Beato Angelico anche se non vi sono sue opere nella chiesa. Ci si può però consolare con il pregevole ciclo della Cappella Carafa opera di Filippino Lippi.

Filippino_lippi,_cappella_carafa,_assunzione_e_annunciazione
Filippino Lippi: Cappella Carafa,

4. Santa Maria In Vallicella: meno conosciuta delle precedenti ma ricca di atmosfera, è nota anche come Chiesa Nuova ed è legata alla figura di san Filippo Neri, che proprio qui iniziò la sua innovativa esperienza dell’Oratorio. La Madonna Vallicelliana, che si trova sull’altare maggiore, è tra le più venerate tra quelle che si trovano nelle chiese di Roma. Dal punto di vista artistico segnalo soprattutto lo spettacolare soffitto dipinto da Pietro da Cortona.

Ceiling_of_Santa_Maria_in_Vallicella_(Rome)
Piero da Cortona: ceiling of Santa Maria in Vallicella. ph. Livioandronico2013

5. Santa Maria della Pace: luogo affascinate e silenzioso, caratterizzato dalla facciata convessa pensata da Pietro da Cortona, è conosciuto soprattutto per la Cappella Chigi, disegnata e decorata da Raffaello in una delle sue rare opere da architetto, e per il suo elegante chiostro, una delle prime opere romane del Bramante.

Santa_Maria_della_Pace_Chigi_Chapel_by_Rafael
Santa Maria della Pace: Chigi Chapel by Rafael. ph. Maludemi

6. Santa Maria dell’Anima, la chiesa dei “tedeschi” di Roma con una pianta che ricorda le Hallenkirchen tedesche con navate della medesima altezza. Qui si trova la tomba di papa Adriano VI (1522), l’olandese che fu celebre per essere stato l’ultimo papa non italiano prima di Giovanni Paolo II. Voluta dai potenti banchieri Fugger di Augsburg, la pala della Sacra Famiglia con i santi Marco e Giacomo, di Giulio Romano, è la più importante opera d’arte conservata nella chiesa.

1024px-Santa_Maria_dell_Anima_Chor
Santa Maria dell’Anima interior. ph Peter1936F

7. Santa Maria del Popolo, chiesa appartenente all’Ordine Agostiniano, custodisce una venerata immagine di Maria di origine bizantina ma è conosciuta soprattutto per il suo patrimonio artistico: gli affreschi del Pinturicchio, di Raffaello, le sculture di Andrea Bregno, i monumenti funebri del Sansovino ma soprattutto le due celebri tele del Caravaggio (La Conversione di san Paolo e la Crocifissione di San Pietro) nella 1° cappella del transetto sinistro.

Michelangelo_Caravaggio_038

8. Santa Maria della Concezione, o di Maria Immacolata: la chiesa dei Cappuccini di via Veneto è famosa per la sua cripta che conserva ossa, scheletri e mummie di frati disposte in modo da creare una eccentrica e macabra decorazione, ma è anche luogo di sepoltura di importanti predicatori cappuccini: Felice di Cantalice, Crispino da Viterbo e il più contemporaneo e popolare Padre Mariano. Ossa dei cappuccini a parte, ammirate la pregevole pala dell’Arcangelo Michele di Guido Reni.

800px-Guido_Reni_031

9. Santa Maria della Vittoria, chiesa carmelitana, che cambiò la sua denominazione originaria (san Paolo) con quella attuale in memoria della vittoria ottenuta dalle milizie cattoliche contro i protestanti alla Montagna Bianca, presso Praga nel 1620. Un’immagine mariana proveniente dalla Boemia è stata posta all’altare ma qui si viene soprattutto per vedere uno dei più grandi capolavori della scultura Barocca, l’Estasi di Santa Teresa, scolpita dal Bernini, che si trova nella cappella Correr, vero e proprio “teatro barocco” con pochi eguali anche a Roma.

Rom,_Santa_Maria_della_Vittoria,_Die_Verzückung_der_Heiligen_Theresa_(Bernini)

10. Santa Maria degli Angeli: costruita sul sito delle Terme di Diocleziano, che secondo la tradizione erano state edificate utilizzando il lavoro forzato di prigionieri cristiani, è un progetto complesso che recupera in parte i resti della costruzione originaria a opera di numerosi architetti rinascimentali, tra cui Michelangelo. Fu a lungo un monastero certosino e molte tracce all’interno (Cappella di San Bruno, fondatore dell’Ordine) ricordano l’originaria destinazione. Il dipinto della Madonna del Latte con Angeli, affascinante dipinto di scuola veneziana del XVI secolo, merita di essere segnalato come ultima tappa del nostro itinerario mariano nel cuore di Roma.

 

 

 

Masterpieces and devotion. Walking in the heart of Rome, you can find ten old, charming churches all dedicated to Holy Mary (Santa Maria). Discover a small part of the impressive christian heritage of the Italian capital city following this special keyword. May, for all catholics countries, is the Marian Month. That’s my simple tribute to this universal tradition of popular faith.

1. Santa Maria Maggiore: starting point of our itinerary the main Marian church in Rome, is the oldest in the world dedicated to the cult of the Virgin Mary, rich for art and religious memories. Built in the fifth century to celebrate the cult of Mary, just sanctioned by the Council of Ephesus (but a famous legend tells it was built a century earlier to remember a snowfall occurred on August 3), is a stop of the ancient Seven Churches pilgrimage. Restorations had deeply modified its original shape and decoration but still preserves important late Roman mosaics along the aisles and, in the apse, The Coronation of Mary, a thirteenth-century mosaic by Jacopo Torriti.

2. Santa Maria Aracoeli: high on a staircase that dominates Piazza Venezia, is an ancient, spectacular Franciscan church. See the venerated Madonna of the Refuge, painted on a column of the nave, and the frescoes in the Chapel of San Bernardino, a Renaissance’s jewel by Pinturicchio. The floor is beautiful too.

3. Santa Maria Sopra Minerva: one of the few Gothic churches of Rome. Ruled by Dominicans friars, is famous for the grave of Catharina of Siena and of the painter Beato Angelico. Otherwise it’s artistic highlight is the Carafa Chapel, painted by Filippino Lippi.

4. Santa Maria in Vallicella: also known as Chiesa Nuova (New Church), is the place where san Filippo Neri started with its innovative religious experience of the Oratory. The ancient Madonna Vallicelliana is venerated here. Look at the ceiling painted by Pietro da Cortona.

5. Santa Maria della Pace: hidden and silent it’s probably one of the best Renaissance site in the Center of Rome. The original convex facade by Pietro da Cortona, the Chigi Chapel a work by Raffaello Sanzio and elegant cloister by Donato bramante worth the visit.

6. Santa Maria dell’Anima: this German church in the heart of Rome has a “hallenkirchen” style in its architecture and was famous for the tomb of pope Adrian VI (1522), the last not Italian pope before John Paul II. The powerful Fugger family from Augsburg commissioned to Giulio Romano the dramatic Holy Family with saints.

7. Santa Maria del Popolo: one of the most important churches in Rome for its artistic heritage, ruled by Augustinian friars. Here you can fall in love with the two Caravaggio’s masterpieces: La Conversione di san Paolo e la Crocifissione di San Pietro. But you can also find here Raffaello, Pinturicchio, Sansovino, Bregno… a real Renaissance art living museum.

8. Santa Maria della Concezione: visitors go to this Capuchin friars church overlooking via Veneto for its ghoulish crypt where bones, skulls, mummified bodies decorate walls. Guido Reni’s famous Angel Gabriel is my favorite painting in the church.

9. Santa Maria della Vittoria: formerly dedicated to saint Paul, this Carmelitan church changed its name to celebrate the victory (Vittoria) of the catholics armies in the White Mountain battle near Prague (1620). An absolute masterpiece of the Baroque art is the Saint’s Therese Ecstasy, the world famous Lorenzo Bernini’s marble sculpture.

10. Santa maria degli Angeli: thousand of christian prisoners died building the huge Diocletian Therms. Over the ruins of this important Roman Palace, Michelangelo built a strange church, maintaining part of the original walls. Used in the past times as a Carthusian Monastery, has an old Madonna del Latte (Milk) of an unknown Venetian painter.

4 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...